Naman Spa – Eco architettura in Vietnam

0 / 839
Social

Sarà una ritrovata attenzione per l’ambiente, o forse una meno nobile moda architettonica, o magari un mix delle due cose. Quello che è certo è che il confine tra natura e architettura è sempre più sottile. In questo periodo di fermento architettonico anche in Italia abbiamo esempi di questo tipo, basta pensare a Palazzo Italia di Expo, che pur non avendo nulla di verde, cita nelle forme l’intreccio dei rami degli alberi e usa materiali ecosostenibili come il cemento mangia smog. Oppure gli ormai famosi Boschi verticali, vincitori di premi internazionali, o la Casa Foresta a Torino, tutti esempi in cui il verde è non è solo un elemento decorativo ma parte integrante del progetto.

 

La Naman Spa, progettata dallo studio vietnamita MIA sfrutta proprio quest’idea, un’oasi tropicale di relax. Questo centro benessere è circondato da pareti verdi e giardini pensili che si fondono con la struttura senza soluzione di continuità, permettendo ai visitatori un passaggio continuo tra le sale e la lussureggiante vegetazione. Anche l’esterno è caratterizzato dalla presenza delle piante che si integrano all’interno della facciata reticolare fondendosi con essa.

 

Insomma il posto ideale in cui fare yoga immersi nella natura, senza rinunciare ai divertimenti della città!

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *